Iniziativa Sony Music: ‘Più musica, meno IVA’

«Sono passati oltre due anni da quando, nell'ambito di un'armonizzazione degli importi sull'IVA a livello comunitario, i supporti fonografici (compact disc e musicassette) si sono visti assegnare aliquote - via via crescenti fino a raggiungere l'attuale 20% - che hanno contribuito alla progressiva lievitazione del prezzo di vendita.
Il Governo Italiano, in linea con tali direttive europee, ha regolamentato l'aumento dell'aliquota IVA anche sul prodotto discografico a tutt'oggi classificato nella fascia dei beni di "consumo di lusso": se i compact e le musicassette rientrassero invece nella fascia dei "consumi culturali", l'aliquota scenderebbe al 4%, contribuendo ad abbattere non poco il costo finale.
Sony Music, in linea con quanto proposto a suo tempo dall'allora Ministro della Cultura, ha deciso di dare un segnale impegnativo e molto visibile di come potrebbe reagire il mercato - con indiscutibile vantaggio per tutti - se l'importo dell'IVA da applicare fosse quello auspicato (4%) e non quello in vigore (20%).
Per questa ragione dal 27 settembre e per tutto il mese di ottobre, Sony Music metterà in vendita oltre 200 titoli, selezionati dal proprio catalogo "alto prezzo", con uno sconto pari alla differenza delle due aliquote (16%).
Nei migliori negozi di dischi sarà quindi possibile trovare il meglio della produzione Sony Music (da Springsteen a Dylan, da Ricky Martin a Mariah Carey, da Baglioni a De Gregori, da Jamiroquai a Oasis, da Celine Dion a Lauryn Hill, da Renato Zero a Patty Pravo, etc) con un effettiva riduzione sul prezzo di vendita pari al 16%.
Questa operazione ha suscitato grande risposta dai negozi di dischi, che hanno già fatto prenotazioni per oltre un milione di pezzi».
Abbiamo riportato pari pari - contrariamente alle nostre abitudini - il comunicato-stampa di Sony Music: perché è inusualmente chiaro e documentato, perché non è trionfalistico, e perché condividiamo sia le finalità dell’iniziativa, sia le sue ricadute positive sugli acquirenti di dischi. Ci sentiamo di invitare altre Case discografiche a seguire l’esempio…
Music Biz Cafe Summer: radio e TV verso il futuro
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.