Hanno contraffatto Cd per 100 milioni di dollari: arrestati in 12

Nel corso di un'operazione anti-pirateria condotta recentemente dalla polizia statunitense a New York sono state arrestate dodici persone; il volume del traffico illegale di dischi contraffatti supera i 100 milioni di dollari, facendone così il più grosso "affare" della categoria finora scoperto.
La polizia ha sequestrato qualcosa come 100.000 Cd e 110.000 cassette contraffatti, oltre a 300.000 Cd ancora vergini, e a 4.000.000 di etichette per Cd e cassette. La polizia ha reso noto che del materiale sequestrato facevano parte dischi di interpreti latino-americani e di altri musicisti famosi. I dischi venivano venduti in negozi di molte zone di New York e Long Island.
L'operazione è stata condotta in maniera congiunta dalla polizia e dall'Associazione anti-pirateria che fa capo alle industrie discografiche degli Stati Uniti.
Music Biz Cafe, parla Roberto Razzini (Warner Chappell Music Italia)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.