Arrestato (di nuovo) ODB del Wu-Tang Clan

Confessiamo d’aver perso il conto sia di tutte le volte in cui è stato arrestato, sia del numero dei processi pendenti contro di lui. Stiamo parlando di Ol’ Dirty Bastard, il rapper più perseguitato dalla legge. A pochi giorni dal suo ultimo arresto (avvenuto la settimana scorsa: abbiamo evitato di darne conto, visto che ormai si tratta più della regola che dell’eccezione), giunge notizia che il signor Russell Jones è stato nuovamente schiaffato in gattabuia; il fatto è accaduto lo scorso sabato, ma è stato reso noto solo ieri. ODB è stato intercettato dagli agenti a Queens, New York, mentre era a bordo della sua Mercedes rossa. Fermatolo per una banale infrazione, la polizia - forse riconoscendo il “pollo” - gli ha perquisito l’auto, trovando marijuana e cocaina. Il membro dei Wu-Tang Clan aveva inoltre la patente scaduta. Lo attendono svariati altri processi.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.