Facebook sempre più 'virale': integrazione con la Web radio Pandora

Il prossimo, decisivo “step” di espansione di Facebook su Internet, illustrato ieri (22 aprile) dal fondatore e ad Mark Zuckerberg nel corso della conferenza F8 per sviluppatori software a San Francisco, passa attraverso il nuovo protocollo “Open Graph” che permette l’integrazione automatica con una molteplicità di siti e di servizi on-line: tra i circa settanta  nuovi partner, oltre a Microsoft e al database cinematografico IMDb, riveste un ruolo strategico anche la Web radio/piattaforma di streaming musicale Pandora, attualmente disponibile, per motivi di licenze, al solo pubblico statunitense.

L’idea, nel caso in cui l’utente decida di accettare e attivare l’integrazione,  consiste nel coniugare le esperienze di ascolto di Pandora con la socialità di Facebook: gli utenti registrati della piattaforma di streaming potranno dunque condividere con gli amici le canzoni preferite attraverso il proprio profilo Facebook, ma anche ricevere suggerimenti “personalizzati” dal sistema di raccomandazione di Pandora sulla base dei brani o artisti elencati nel profilo stesso come preferiti. Allo stesso tempo, accedendo al proprio account su Pandora, si potrà sapere automaticamente queli sono  i  brani o le “stazioni musicali” preferite dai propri amici di Facebook.  Non solo: come ha spiegato lo stesso Zuckerberg, grazie ai pulsanti iLike disseminati dall’ “Open Graph” su tutta la rete, “Pandora potrà cominciare a riprodurre musica delle band che avrete indicato di apprezzare su tutto il Web. Il sito potrà anche mostrarvi quali amici apprezzano musica simile a quella che state ascoltando, e con un click potrete accedere alle loro collezioni musicali”. 

“L’idea alla base di questo aggiornamento”, ha spiegato il fondatore di Pandora Tim Westergren, “è di rendere ancora più facile la condivisione delle proprie stazioni radio e delle proprie scoperte musicali con gli amici, e viceversa”. “Gli amici”, ha aggiunto, “possono ora diventare una fonte di ispirazione quotidiana per nuove stazioni e scoperte musicali”.

Secondo i dati raccolti da comScore per il mese di marzo, Facebook assorbe attualmente il 41 % del traffico globale sviluppato nel mondo  dai social network, contro il 24 % di MySpace e l’8 % di Twitter; solo un anno fa MySpace guidava il gruppo con il 38 % del traffico, contro il 33 % di Facebook.  

   

 

 

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.