Discografia USA, il '98 è stato un boom

I dati resi noti dalla SoundScan, l'ente che elabora tutti i dati USA di vendite discografiche, evidenziano un significativo balzo in avanti: nel 1998 le vendite di album sono infatti aumentate del 9% rispetto all'anno precedente. A fare la parte del leone le colonne sonore (+36%, risultato conseguito anche grazie al cosiddetto "effetto Titanic") ed il rap (+32%, con vendite che per la prima volta nella storia oltrepassano la soglia degli 80 milioni di album venduti). La catena "Wal-Mart" è ora la serie di negozi in cui i cittadini USA comprano più musica preregistrata.
Dall'archivio di Rockol - Dieci gruppi italiani dai quali ci si potrebbe aspettare una reunion
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.