Dylan verrà studiato e dibattuto per un giorno all’Università di Stanford: lui però non ci sarà, perché deve suonare

Dylan verrà studiato e dibattuto per un giorno all’Università di Stanford: lui però non ci sarà, perché deve suonare
Il 17 gennaio alla prestigiosa Stanford University di San Francisco si terrà una conferenza su Bob Dylan: lo ha annunciato il professor Tino Markworth, spiegando che l’incontro è solo il primo di una lunga serie che le Università americane dedicheranno al menestrello di Duluth. Gli studenti dell’università californiana si ritroveranno per un giorno in aula a discutere la duratura influenza del lavoro di Dylan e i suoi collegamenti con l’opera di Allen Ginsberg, Jack Kerouac e Arthur Rimbaud. “Non parleremo solo delle parole delle sue canzoni, ma anche dei loro elementi musicali. E’ tempo che il mondo accademico riconosca in Dylan uno dei più importanti artisti di questo secolo, come già viene fatto per molti artisti della beat generation”. In effetti, qualcuno si era già mosso in questo senso: due anni fa il professor Gordon Ball dell’Istituto Militare della Virginia aveva proposto Dylan come candidato al premio Nobel per la letteratura.
In Italia, il professor Walter Pedullà, docente di Storia della letteratura a La Sapienza, si dichiara favorevole: “Il Nobel a Dario Fo, del resto, dimostra come lo studio debba allargarsi anche a quei generi in precedenza considerati minori. L’importante è che l’opera di Bob Dylan venga osservata con l’attenzione e la severità propria del mondo accademico”.
L’interessato, tuttavia, non potrà assistere a tanta consacrazione, visto che nello stesso giorno dovrà esibirsi per una data del suo tour in comune con Van Morrison.
Dall'archivio di Rockol - La storia di “The freewheelin’ Bob Dylan” di Bob Dylan
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.