Spin elenca i migliori negozi di dischi in Usa: al primo posto Amoeba

Chi ha visitato uno dei tre punti vendita della mini-catena californiana non farà fatica a condividere il parere dei redattori di Spin, che in concomitanza  con il Record Store Day tenutosi sabato 17 aprile hanno voluto stilare un elenco dei migliori negozi di dischi americani. In cima alla lista troneggia (e non è una sorpresa) Amoeba, con i suoi tre impressionanti empori musicali localizzati sul Sunset Boulevard di Hollywood, sulla Haight Street di San Francisco e sulla Telegraph Avenue di Berkeley: non solo “il più grande negozio indipendente del mondo”, come si autodefinisce, ma anche “una sorta di rifugio paradisiaco per gli appassionati di musica”, scrive Spin, grazie agli oltre 100 mila titoli nuovi e usati costantemente presenti in magazzino, alla profondità di  assortimento in tutti i generi immaginabili e al ricco  programma di “in-store performance” che vede esibirsi nei suoi locali grandi artisti (durante il Record Day Store nel negozio di Hollywood si è esibita la nuova formazione degli Smashing Pumpkins).

Alle spalle dell’invincibile Amoeba si piazzano Waterloo di Austin (che si fa vanto di accettare persino la restituzione di dischi acquistati ma non graditi), Other Music di New York (spazi minuscoli e piccolo assortimento, circa 10 mila titoli,  ma grande competenza e specializzazione), Wax ‘N Facts di Atlanta (specializzato nell’usato) e Sonic Boom di Seattle. Completano la Top 15 Ear X-tacy di Louisville (Kentucky), Aquarius di San Francisco, Grimeys di Nashville, Music Millennium di Portland, Wuxtry di Athens (Georgia), Reckless di Chicago, Goner di Memphis, Electric Fetus di Minneapolis, True Vine di Baltimora e Record Exchange di Boise (Idaho).        

                      

   

 

Music Biz Cafe, parla Enzo Mazza (FIMI)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.