EMI: il piano di rilancio prevede disinvestimenti negli Stati Uniti

Il neopresidente EMI Charles Allen, scrive il Times di Londra, presenterà in settimana il piano di rilancio aziendale che è stato incaricato di redigere dal boss di Terra Firma, Guy Hands. Lo stesso quotidiano londinese riporta le prime indiscrezioni sui contenuti del progetto, anticipando che Allen è convinto di poter incrementare da 200 a 300 milioni di sterline i profitti della società da qui al 2015. La sua ricetta  prevede l’affitto quinquennale del catalogo a qualche impresa concorrente negli Stati Uniti (operazione già tentata, e finora fallita per disaccordi sul prezzo) e la quasi totale chiusura delle operazioni Oltreoceano: proprio la EMI America (che questa settimana sfoggia tre album nella Top 5 dei dischi più venduti negli Usa) sarebbe la principale vittima di un nuovo piano di licenziamenti che prevede il taglio di qualche centinaio di posti di lavoro, dopo i 2 mila già eliminati nel corso di un processo di ristrutturazione che ha ridotto i costi di esercizio annuali di 200 milioni di sterline; l’obiettivo è di risparmiarne altri 100. 

Nel frattempo, il Financial Times scrive che Hands spera di triplicare da 120 a 360 milioni di sterline l’ammontare di denaro che Terra Firma è determinata a iniettare nelle casse della EMI – prima del 14 giugno  – per salvarla dall’insolvenza nei confronti del creditore Citigroup. Per raggiungere il “target”, che darebbe respiro alla società  fino al 2015, il finanziere inglese ha bisogno di riscuotere l’assenso del 75 % degli investitori.

 

 

 

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.