Morto l’inventore del vinile

E’ sopravvissuto alla sua creatura, o almeno al periodo d’oro della sua creatura. Waldo Semon, scomparso da qualche giorno alla bella età di cento anni, era il chimico che nel 1928, quando lavorava per una fabbrica di gomma, giocherellando con alcuni polimeri che tutti consideravano inutilizzabili inventò un nuovo materiale plastico che poteva essere “stirato” e modellato, che era impermeabile e non-conduttore elettrico. Semon brevettò la sua scoperta nel 1930, e ne fece iniziare la produzione industriale: il vinile veniva impiegato per fabbricare tendine da doccia e soprabiti impermeabili. Il suo utilizzo per la fabbricazione dei dischi fonografici ebbe inizio solo negli anni Sessanta. Poi sono arrivati i Cd, «e hanno rovinato tutto», come sostengono i nostalgici del buon vecchio 33 giri.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.