Jimi Hendrix: un live con la Band of Gypsys

Jimi Hendrix: un live con la Band of Gypsys
Come già annunciato da Rockol, gli eredi del patrimonio musicale del grande Jimi Hendrix (il padre e la sorellastra del chitarrista, tornati in possesso della remunerativa eredità solo dopo quasi trent'anni di dure lotte legali) si apprestano a pubblicare un ennesimo Cd di materiale in parte inedito.
Experience Hendrix/MCA (l’etichetta costituita appositamente per presiedere a questo intensivo programma di edizioni e riedizioni) pubblicherà all’inizio di febbraio “Jimi Hendrix: Live at the Fillmore East”, un doppio CD con il materiale eseguito da Jimi Hendrix con il suo leggendario gruppo Band of Gypsys (il bassista Billy Cox e il batterista Buddy Miles) nel corso dei concerti al Fillmore East di New York il 31 dicembre del 1969 e il 1 gennaio del 1970. Realizzato attingendo alle quattro performances di quei giorni, il doppo CD contiene 16 brani, dei quali tredici assolutamente inediti, e altri due mai prima disponibili su compact disc.
Sei brani tratti dai concerti del Fillmore East erano stati pubblicati dalla Capitol Records nell’aprile del 1970 sull’album intitolato “Band of Gypsys”. La Experience Hendrix ha provveduto alla rimasterizzazione dell’album ripubblicandolo in America su etichetta Capitol, nel mondo su etichetta MCA. Nel 1986, la Capitol aveva pubblicato “Band Of Gypsys 2”, un disco-sequel con altri sei brani: che però, alla luce della scarsa qualità sonora e della successiva scoperta che tre di quei sei brani non erano eseguiti dalla Band Of Gypsys, era stato poi tolto di catalogo e non è mai stato pubblicato su Cd.
“Jimi Hendrix: Live at the Fillmore East” contiene le uniche esecuzioni dal vivo conosciute da parte di Jimi di “Auld lang Syne”, “Earth blues”, “Stepping stone” e “Burning desire”; brani classici eseguiti in quell’occasione che poi raramente, o mai furono di nuovo presentati dal vivo (“Izabella”, “Power of soul” e “Who knows”); versioni diverse da quelle contenute nell’originario album “Band of Gypsys” di “We gotta live forever” (portata a 9 minuti e 55 secondi di durata); due versioni di “Machine gun” e delle summenzionate “Power of soul” e “Who knows”; due brani che figuravano in “Band of Gypsys 2”, ma qui presenti in versioni di qualità sonora superiore e ricavate dai master originari (“Stop” e “Hear my train a-comin’”; e classici come “Voodoo chile, slight return”, Changes”, “Stone free” e “Wild thing”.
Parallelamente al doppio Cd “Jimi Hendrix: Band of Gypsys”, la Experience Hendrix ha prodotto “Jimi Hendrix: Band of Gypsys”, un documentario che contiene le uniche riprese filmate conosciute dell’attività della band. Prodotto congiuntamente a Apple/Arweld LTD., il team creativo al quale si deve la “Beatles Anthology”, il documentario sarà presentato in tutto il mondo sotto forma di speciale televisivo (un’ora di durata), mentre una versione di 83 minuti di durata verrà messa in vendita su videocassetta in febbraio. Entrambe le versioni del documentario comprendono interviste con i componenti degli Experience Noel Redding e Mitch Mitchell, oltre che con i componenti della Band Of Gypsys, Billy Cox e Buddy Miles. Come bonus, la videocassetta conterrà filmati dei concerti del 31 dicembre 1969 e del 1 gennaio 1970 con esecuzioni non contenute nel disco “Jimi Hendrix: Live at the Fillmore East”.
Dall'archivio di Rockol - Jimi Hendrix e la sintassi della musica
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.