Regno Unito, un 2009 'quasi positivo' per i rivenditori di musica

Pur essendo iniziato con la chiusura delle catene Zavvi e Woolworths, il 2009 non è stato un anno troppo negativo per i rivenditori inglesi (“fisici” e digitali) di prodotti musicali. Molto meglio dei quattro precedenti, anzi, secondo i dati raccolti nell’Annual Yearbook dell’associazione di categoria, Entertainment Retailers Association (ERA): - 0,8 % in termini di fatturato (1,314 miliardi di sterline), - 0,6 % in termini di pezzi venduti (154,8 milioni di unità, compresi i video musicali). 

La crisi economica e la forte concorrenza sui prezzi, osserva la direttrice di ERA Kim Bayley, sono stati controbilanciati dal boom dei download digitali e dall’emergere di nuove pop star di appeal universale come Susan Boyle e Lady GaGa. “E’ troppo presto per dire che la fase declinante è finita, ma nel 2009 i rivenditori hanno scoperto che la musica ha ancora molto da offire e una forte capacità di attrazione sul pubblico britannico”. Favorevole anche il confronto con altri settori dell’entertainment: nello stesso periodo il fatturato dei dvd non musicali è calato del 10,6 %, quello dei videogiochi dell’11 %.   

    

 

 

Dall'archivio di Rockol - Album italiani: le copertine più belle di sempre
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.