Feargal Sharkey, appello agli Usa:'Gli ISP collaborino con la discografia'

Feargal Sharkey, appello agli Usa:'Gli ISP collaborino con la discografia'

Nel Regno Unito, il Digital Economy Bill promosso dal governo Brown ha tra i suoi punti chiave la cooperazione tra industria musicale e Internet Service Providers nella lotta alla pirateria digitale e nello sviluppo di alternative legali e appetibili per il pubblico (come, ad esempio, l’offerta di servizi di streaming e download incorporati nei contratti di abbonamento alla banda larga). Intervenendo come relatore al South by Southwest (SXSW) di Austin, il ceo dell’associazione UK Music Feargal Sharkey ha spronato case discografiche, ISP e società tecnologiche statunitensi a seguire l’esempio. “In un’economia di rete e globalizzata come quella odierna”, ha detto nel suo keynote speech l’ex discografico già cantante del gruppo punk-pop Undertones, “le decisioni delle grandi imprese americane impattano e influenzano come non mai quel che accade da noi”. “Dopo un decennio di profonde spaccature”, ha aggiunto, “è sempre più condivisa l’opinione che il futuro della musica e della tecnologia siano strettamente intrecciati. Nel Regno Unito Siamo sul punto di introdurre una nuova legislazione che, con l’appoggio del governo, può trasformare il mercato digitale aprendo una nuova era di collaborazione tra la musica e gli ISP. Come è sempre stato in passato, abbiamo bisogno gli uni degli altri. E mi conforta vedere che negli Stati Uniti cresce la convinzione che il nostro approccio cooperativo è quello giusto. Per conquistare i cuori e le menti degli appassionati di musica non dobbiamo solo pubblicare la miglior musica possibile – questo è un dato di fatto – , dobbiamo anche diffonderla nei modi e sulle piattaforme che il consumatore desidera”. 

 

 

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.