Nuovo album per Edoardo Bennato: 'E' un disco di provocazione e speranza'

Nuovo album per Edoardo Bennato: 'E' un disco di provocazione e speranza'

"Le vie del rock sono infinite", è questo il titolo del nuovo album di Edoardo Bennato che ritorna con un disco di inediti a cinque anni di distanza dal precedente "La fantastica storia del pifferaio magico": "In Italia siamo i cloni dei modelli rock anglo americani", ha spiegato Bennato a Rockol, "C'è chi imita Bruce Springsteen, chi i Coldplay, chi si rifà a Bob Dylan. L'unico modo per riscattarsi da questa forma di soggezione è quello di puntare sui testi, di differenziarsi per quello che si dice nelle proprie canzoni. Rock significa trasgredire, significa sottolineare certi paradossi della vita di tutti giorni. Siamo continuamente martellati dai media e quello che sentiamo e vediamo in Italia non ci piace di sicuro, ma spesso poi ce ne laviamo le mani. In questo disco ho voluto mettere un po' il dito nella piaga".
Nel disco sono presenti tredici inediti tra canzoni d'amore, di speranza e brani provocatori: "'E' lei' è una canzone di speranza per le nuove generazioni. L'ho scritta pensando che una bambina può nascere nel posto più dimenticato del mondo ma può avere ugualmente gli strumenti per cambiare le cose in meglio. 'Perfetta per me' invece è una canzone dedicata alle donne, parla di una persona che ha un sacco di difetti ma che nel mio caso è l'ideale. In genere le canzoni sono autobiografiche, parlano delle mie emozioni e, come in questo caso, di quello che penso della femminilità, dell'apparente vulnerabilità delle donne, della loro capacità di reagire davanti a tutte le situazioni. 'In amore' invece avevo tutto già pronto, testo e musica, ma mi mancava un ritornello musicale efficace, così è intervenuto Alex Britti che ha trovato la chiave di lettura giusta". "Ho cominciato a lavorare a questo disco nel settembre 2007", ha continuato l'artista, "In quel periodo ho scritto 'Vita da pirata' e 'Cuba', un brano che dedico in maniera affettuosa ad uno dei Paesi più belli che abbia mai visitato, un Paese dove non si capisce quale sia la vera realtà ma dove mi sono sempre trovato benissimo. A inzio del 2008 ho composto invece 'C'era un re' e poi piano piano si è formato l'interno disco. Ho lavorato con il produttore Niccolò Fragile e poi nell'ultima fase di produzione ho collaborato con Fabrizio Barbacci e i Negrita che per me sono dei grandissimi amici. Con loro e con i Velvet, altra band che ammiro molto, c'è un rapporto umano, sono gruppi con cui suono e lavoro spesso e volentieri". Il primo disco di Bennato, "Non farti cadere le braccia", risale al 1973 e in oltre trent'anni di carriera, l'ispirazione all'artista pertenopeo, non è mai mancata: "Le musiche quando nascono ce le hai in testa, poi è difficile abbinarci un testo perchè i miei brani nascono in un finto inglese. Per fortuna questo è un periodo di grande creatività anche per quanto riguarda le parole, infatti per questo album ho accumulato talmente tanti brani che alcuni ho dovuto lasciarli fuori... diciamo che mi sono autocensurato per non sembrare poi troppo aggressivo".
Bennato il 26 marzo sarà in concerto al Highline Ballroom di New York: "Proporrò i miei brani in un posto in cui hanno suonato artisti di grandissimo livello. Sarà una grande emozione e per l'occasione porterò la mia intera rock band che mi seguirà anche poi per un concerto a Torono. Date in Italia? Staremo a vedere come gira, di certo non penso starò fermo per molto tempo".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
10 mar
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.