Salvate radio BBC 6: scendono in campo i Radiohead

Salvate radio BBC 6: scendono in campo i Radiohead

Dopo la "crociata" per salvare gli studi di Abbey Road, la comunità artistica britannica si sta preparando ad una mobilitazione per impedire la chiusura della sesta stazione radio della BBC: i vertici dell'ente radiotelevisivo del Regno Unito hanno infatti di recente confermato la prossima chiusura dell'emittente - da sempre dedicata al panorama musicale più sotterraneo e meno allineato - nel quadro di una ristrutturazione globale della società. Il primo a mettersi in gioco direttamente è stato il chitarrista dei Radiohead Ed O'Brien, che ha scritto al direttore generale dell'ente Mark Thompson perorando la causa dell'emittente: "Mi piacerebbe sapere se chi ha preso la decisione di chiudere BBC 6 sia al corrente dell'enorme importanza che questa stazione ha assunto nel corso degli anni nella promozione dei giovani artisti e nella scoperta di nuove realtà musicali", ha domandato O'Brien, "Il lavoro che ha svolto è la linfa vitale di tutto ciò che si muova fuori dall'ambito del mainstream. Vi prego di considerare il grave impatto che può avere la chiusura della stazione sulle band e sulle etichette indipendenti: qui non si tratta di correggere la linea editoriale di una testata, perché la funzione del canale 6 è unica. BBC 6 è una vera e propria gemma, una realtà unica al mondo. Vi prego di considerare questo se l'unica ragione per la quale avete preso questa decisione è tagliare una spesa di 6 milioni di sterline l'anno, irrisoria rispetto ad altre voci di bilancio, eppure così importante per tenere un vita una realtà culturale fondamentale per il nostro Paese". Accanto a Ed O'Brien si sono schierati contro la chiusura della stazione anche il giovane ma pur famosissimo produttore Mark Ronson e il "Duca Bianco" David Bowie.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.