Nei negozi ‘...Hits...’: in sedici brani tutto il meglio di Phil Collins

Nei negozi ‘...Hits...’: in sedici brani tutto il meglio di Phil Collins
A essere onesti poteva essercene anche qualcuno in più, di hit, su questa raccolta, visto che dal 1981, anno in cui pubblicò il suo primo album solista “Face Value” - cronaca fedele e spietata del suo divorzio - Phil Collins con le classifiche ha sempre avuto un ottimo rapporto. Da taciturno batterista dei Genesis a vero e proprio hitmaker, lungo tutti gli anni ’80 e buona parte dei ’90 (sì, perché di recente, e non ce ne voglia, la sua stella sembra essersi leggermente offuscata), Phil Collins per un certo periodo ha fatto tendenza anche come produttore e arrangiatore (sotto le sue cure sono passati la mitica ex-cantante degli Abba Frida e l’astro allora quasi tramontato del folk inglese John Martyn, oltre a Philip Bailey degli Earth Wind & Fire). Comunque la raccolta che esce in questi giorni rappresenta al meglio la musica di Collins come solista (di sfumature alquanto diverse si accende la sua produzione con i Genesis, anche se accomunate dallo stesso gusto per soluzioni melodiche più immediate rispetto a quelle dei compari Banks e Rutherford), mettendone in mostra proprio il talento nella scrittura di popsongs buone per tutti. Collins è il re dell’adult contemporary pop music, quel genere che ha le sue riserve naturali di vita nella programmazione delle radio e nell’ascolto in macchina: e ognuno degli hits contenuti in questa raccolta sarà uscito dagli speakers di una radio o di un autoradio almeno centinaia di volte. Dei 16 brani soltanto 10 sono tratti dagli album solisti di Collins - e privilegiano comunque il suo materiale più recente e meno impegnativo - mentre gli altri sei si compongono di una cover (“True Colors” di Cyndi Lauper, unico inedito dell’album reinterpretato per l’occasione sotto la direzione di Babyface e con Sheila E alle percussioni), due duetti (“Easy lover” con l’EW&F Phil Bailey e la struggente “Separate lives”, tratta dalla colonna sonora del film “White Nights” e interpretata con la - allora e ancora - sconosciuta Marilyn Martin) e altri tre brani provenienti da progetti cinematografici (“Two hearts” e “A groovy kind of love” arrivano da “Buster”, pellicola di cui Collins era anche protagonista, mentre “Against all odds” è la title-track dell’omonimo film). Oltre alla caratura artistica di Phil Collins, “...Hits” ne mette in mostra anche il ruolo pacioso e positivo occupato all’interno del music business: Collins è un musicista amico di musicisti (un po’ come capita anche ad un altro celebre batterista, Ringo Starr) e così non è un caso che sul suo disco appaiano importanti personalità come quelle citate poc’anzi insieme a Eric Clapton, David Crosby, Sting, Peter Gabriel e tanti altri. Un’ultima notazione, discografica, riguarda la versione su singolo di “True colors”, accompagnata da altri due brani non presenti su questa raccolta: si tratta di “Don’t lose my number” e “I missed again”. Ecco, di seguito, la tracklist completa dell’album:

“Another day in paradise”
“True colors”
“Easy lover”
“You can’t hurry love”
“Two hearts”
“I wish it would rain down”
“Against all odds”
“Something happened on the way to heaven”
“Separate lives”
“Both sides of the story”
“One more night”
“Sussudio”
“Dance into the light”
“A groovy kind of love”
“In the air tonight”
“Take me home”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.