Sanremo 2010: la conferenza stampa ufficiale di martedì 16

Sanremo 2010: la conferenza stampa ufficiale di martedì 16

Quasi puntuale inizia la quotidiana conferenza stampa dell'Organizzazione del Festival. Il sindaco inevitabilmente parla di fiori e "del tizio che fa il palco" (sarebbe lo scenografo Gaetano Castelli, come puntualizza secco il direttore di Rai Uno, Mauro Mazza). Gianmarco Mazzi ci informa che la suddivisione dei concorrenti della Nuova Generazione fra le due serate verrà fatta secondo criteri stabiliti dagli autori (non si sa quali, o comunque Mazzi non li spiega).
Antonella Clerici si dice entusiasta delle canzoni (e cosa potrebbe dire di diverso?) e svaria fra questioni di look, trucco e parrucco e il ricordo della madre.
Si cerca di montare un "caso Paolo Rossi", a proposito del comico che stamattina su un quotidiano racconta di essere stato prima invitato poi rifiutato. Si chiede chi sia migliore su un palco, gli ex di "Amici" o gli ex di "X Factor" (e come potrebbe rispondere il povero Mazzi?). Costanzo comunica, a domanda, che la sua "Se telefonando" gli piacerebbe sentirla cantata da Arisa. Si anticipa che stasera Susan Boyle probabilmente canterà soltanto, senza essere intervistata, mentre si solleva l'ipotesi della presenza di Tiziano Ferro durante la serata di giovedì 18, ma il sì definitivo deve ancora arrivare. Viene smentita la presenza di un duetto tra Francesco Renga e Johnny Dorelli e Gianmarco Mazzi, incalzato dalla domanda di un collega, ritorna sul caso Morgan, spiegando che per questa sera troveranno un modo "bello ed elegante con il quale Antonella Clerici dirà qualcosa sul palco, per chiudere momentaneamente questa situazione".

 

 


   
   
    GIOCA AL FANTAFESTIVAL CON ROCKOL!

 

     

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.