Usa, inserzioni pubblicitarie sul servizio di streaming gratuito Play.me

Play.me, servizio di musica digitale lanciato da Dada negli Stati Uniti lo scorso mese di gennaio, ha iniziato a introdurre spot pubblicitari nell’ambito dell’opzione Free Pass che consente di ascoltare gratuitamente musica in streaming. Come avviene in altri siti musicali, si tratta di videomessaggi inframezzati all’ascolto delle canzoni e con una durata compresa tra i 15 e i 30 secondi ciascuno. “Pagare il servizio in luogo della nostra base utenti gratuita è diventato piuttosto costoso, per questo motivo abbiamo deciso di integrare la pubblicità nel nostro Free Pass”, spiega un messaggio postato sul blog di  Play.me. 

L’opzione “free” della piattaforma mette a disposizione 10 ore di streaming gratuito on-demand alla settimana (più un donwload), attingendo all’intero catalogo di oltre 3 milioni di canzoni fornite dalle major Sony, EMI e Universal (non Warner) e dal distributore indipendente The Orchard. Terminato il periodo gratuito di prova, gli utenti possono scegliere di passare al servizio “premium” All Access Pass, a pagamento (9.99 dollari al mese) e senza interruzioni pubblicitarie. 

 

Dall'archivio di Rockol - Dieci gruppi italiani dai quali ci si potrebbe aspettare una reunion
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.