EMI: bilancio in 'rosso', Guy Hands sempre più alle strette

EMI: bilancio in 'rosso', Guy Hands sempre più alle strette

Il deficit accumulato dalla EMI nel corso dell'anno fiscale chiuso a marzo 2009, 1,75 miliardi di sterline al lordo delle tasse, rischia di consegnare la società nelle mani del suo principale creditore, Citigroup. I patti siglati con la banca d'affari, cui la EMI deve rimborsare 160 milioni di dollari entro fine marzo, prevedono infatti l'obbligo di rispettare certi rapporti tra ammontare del debito e indice EBITDA (margine operativo al lordo di interessi, tasse, svalutazioni e ammortamenti). Il "rosso" della EMI, che nell'esercizio ha comunque portato i suoi profitti operativi a 163 milioni di sterline, si spiega con i costi di ristrutturazione e con gli oneri finanziari sostenuti (136 e 722 milioni di sterline rispettivamente), ma anche e soprattutto con la svalutazione e l'impoverimento dei suoi asset intangibili e proprietà intellettuali: iscrivendo a bilancio una svalutazione per un valore di 1,04 miliardi di sterline, osserva il giornalista Glenn Peoples sul sito Billboard.biz, il proprietario Terra Firma ammette in pratica di avere pagato un prezzo eccessivo per l'acquisto della EMI e si trova in una situazione analoga a quella in cui versano molto americani schiacciati da mutui il cui valore supera ormai nettamente quello della casa che hanno comprato. Guy Hands, ceo di Terra Firma, è alla ricerca di almeno 100 milioni di sterline da incanalare nelle casse della società: per farlo, ha bisogno di assicurarsi l'appoggio degli azionisti che rappresentano almeno il 75 % del capitale: in caso di insolvenza, Citigroup subentrerà ai posti di comando della società.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.