Dashboard Confessional: 'I cambiamenti sono la linfa vitale della nostra musica'

Dashboard Confessional: 'I cambiamenti sono la linfa vitale della nostra musica'

Uscirà il prossimo 12 febbraio il nuovo album dei Dashboard Confessional, "Alter the ending", che arriva a quattro anni da "The shade of poison trees" del 2007. Rockol ha incontrato Chris Carabba, leader e fondatore del gruppo, insieme al chirtarrista John Lefler, per fare quattro chiacchiere poche ore prima del loro concerto milanese, in programma questa sera alla Salumeria della Musica: "I Dashboard Confessional nascono da un mio progetto solista. Ad un certo punto della mia carriera ho sentito l'esigenza di suonare con altri musicisti, di formare un gruppo. Così, grazie ai miei live in giro per i club statunitensi ho avuto modo di conoscerne tantissimi. Non è stato facile trovare un equilibrio iniziale, le cose non hanno funzionato immediatamente e la band ha cambiato spesso componenti. Diciamo che ci sono stati vari esperimenti prima di arrivare a questa formazione, che è la stessa dal 2002. E' stato un bel percorso per trovarci ma sono soddisfatto: John e gli altri non sono solo i miei 'compagni di avventura', ma anche degli ottimi amici", ha detto Carabba. L'album dei Dashboard Confessional è composto da diciotto pezzi, dodici suonati in versione elettrica e cinque di questi riarrangiati in versione acustica, più un video che riprende una loro perfomance dal vivo: "Scrivere i brani per questo album, o meglio, terminare quest'album è stato davvero impegnativo. Nasce proprio da qui il titolo 'Alter the ending': avevo in testa mille domande, troppe canzoni che mi giravano in mente, mi chiedevo se l'album fosse completo così oppure avrei dovuto modificarne la fine. Ho scelto questo titolo pochi giorni prima della consegna del disco, è venuto spontaneo. Le nostre canzoni nascono tutte da ciò che ci accade intorno e dalla nostra vita privata, da cui attingiamo spessissimo. Ad esempio, il nostro singolo 'Belle of Boulevard', è una riflessione sulla mia vita, sul percorso che sto compiendo ora, sui miei amori e sul dolore provato in passato impersonificato nella figura di una donna ideale a cui mi rivolgo nella canzone. Anche 'Everybody learns from disaster' è scaturita da un pensiero fatto un giorno in cui mi sono messo a riflettere su come possano cambiare la vita ed i sentimenti quando cresci. Il passaggio dall'adolescenza all'età adulta è davvero duro, ti imbatti in parecchie insidie, inciampi, magari poi cadi, ti rialzi e se ti capita di nuovo qualcosa del genere sulla tua strada sai come comportarti, hai imparato la lezione. Ti accorgi che sei cambiato. I cambiamenti, come il destino e l'amore, sono tra i temi principali di questo disco che, devo ammettere, è quello che ci rappresenta di più come Dashboard. Non sarebbe possibile scegliere un solo brano per identificarci, ognuno di noi ne menzionerebbe uno diverso, ma nella diversità, a partire dai luoghi di provenienza di ognuno di noi alle influenze musicali, ci completiamo alla perfezione", pregue Chris: "In questo disco abbiamo voluto offrire a chi ci ascolta, una duplice visione dei Dashboard, così che ci possano conoscere anche in una versione più intima come quella acustica. Attraverso voce e chitarra si possono cogliere delle sfumature che altrimenti si perderebbero. A noi piace molto questa dimensione, soprattutto durante i live, non mancheranno dei pezzi acustici nemmeno stasera. A chi viene a sentirci offriremo i Dashboard in tutta la loro essenza, la nostra parte più vera. Torneremo in Italia a maggio, prima saremo in giro negli Stati Uniti: viaggiamo moltissimo, stiamo molto insieme ma siamo contenti di percorrere questa strada gli uni accanto agli altri", conclude John.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.