Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 27/01/2010

Cramps, Area, ecc: torna d'attualità l'avanguardia musicale anni '70

Cramps, Area, ecc: torna d'attualità l'avanguardia musicale anni '70

Chi ha acquistato o adocchiato nei negozi  le recenti ristampe in cd degli album degli Area e di Demetrio Stratos non ha potuto fare a meno di apprezzare la cura del prodotto, riproposto nella veste grafica originale e confezionato in digipak “vinyl replica” alla giapponese (dimensioni “large”, cartoncino spesso e robusto). A dicembre la rinata Cramps ha completato il programma di emissioni e,  spiega il nuovo timoniere della storica etichetta Erik Alfred Tisocco, “l’accoglienza del pubblico e degli operatori del settore, dai media ai buyer delle grandi catene, è andata al di là di ogni nostra aspettatitiva. Non siamo finiti in classifica, quello no. Ma in giro anche i più giovani hanno ricominciato a parlare della band, della Cramps e più in generale dell’eredità musicale dei nostri anni ’70: tanto che prossimamente, il 29 e il 30 gennaio, gli stessi Area saranno protagonisti di una reunion alle porte di Bologna”.

Tutti i dischi del gruppo, da “Arbeit macht frei” (tuttora il più apprezzato) alla compilation “Anto/Logicamente” sono ricomparsi negli scaffali dei negozi specializzati e dei mediastore. Non ancora sulle piattaforme digitali, invece: perché, spiega Tisocco, “con il nostro distributore, edel, stiamo discutendo di come uscire in maniera massiccia sul mercato. Su iTunes, è vero,  qualche titolo degli Area lo si rintraccia, ma si tratta di  residui di vecchi accordi di licenza. Intanto stiamo valutando la possibilità di un accordo con un distributore estero per rendere disponibile all’estero tutto il nostro catalogo in digitale”. 

Sul fronte dei supporti “fisici”, tuttavia, le ripubblicazioni proseguono di gran carriera: in attesa di reimmettere sul mercato la totalità delle collane Diverso (una decina di titoli) e Nova Musicha (una ventina di album), sotto forma di due cofanetti programmati per fine anno/inizio 2011, la società vicentina  celebra con un box di 4 cd i quarant’anni di carriera di Katia Ricciarelli (lo ha curato per Artis Record Alfredo Tisocco, padre di Erik e membro storico degli Opus Avantra). Tisocco jr. ha nel frattempo  lanciato un nuovo marchio, L’Anthologia, con cui all’ultimo MEI di Faenza ha presentato un curioso, stimolante doppio cd dedicato al funk made in Italy (in scaletta brani  anni ’70 di Area, Pino Daniele, Napoli Centrale, Loredana Berté, Rino Gaetano e Patty Pravo e titoli più recenti di Ridillo, Al Castellana, Elio e le Storie Tese, Bisca, Capone & Bungbangt e altri). “Una vecchia idea che ho recuperato su incitamento di Bobby Soul, il quale oltre ad apparire come artista nella compilation ha curato la selezione dei brani dividendosi il lavoro con Ernesto De Pascale.  La disponibilità di artisti ed etichette a concedere le licenze mi ha spinto a proseguire su questa strada, e stiamo già progettando nuove uscite: con il giornalista Federico Guglielmi stiamo lavorando a una compilation sul punk, post punk e new wave italiana 1977-80; in seguito cureremo un volume sul progressive, un genere che in Paesi come il Giappone è ritenuto un patrimonio musicale essenzialmente italiano”. E l’etichetta pop del gruppo, Disastro Record? “Anche qui ci sono novità in cantiere. In collaborazione con Universal prepariamo il nuovo disco de Il Genio;  intanto  abbiamo iniziato una collaborazione con Roberto Dell’Era (Afterhours), in vista di un suo album solista”.