Usa, BlueBeat Music torna in rete come Web radio legale

Chiuso in fretta e furia su ordine del tribunale, il sito americano che metteva in vendita, senza autorizzazione e a prezzi stracciati (25 centesimi di dollaro), il catalogo digitale dei Beatles e di altri celebri artisti è tornato prontamente in rete sotto nuove sembianze. Nella sua nuova versione ripulita e corretta BlueBeat Music è una Internet radio “customizzata” che diffonde musica in streaming sul modello di Pandora, Slacker o Last.fm: digitando il titolo di una canzone che desidera ascoltare, l’utente accede a una playlist costruita su misura con brani ritenuti di suo potenziale interesse e individuati attraverso un software proprietario chiamato Genesis Music Discovery che rielabora le liste di canzoni di altri clienti (ma che, secondo alcuni test effettuati da giornalisti specializzati, evidenzia non poche magagne sotto il profilo concettuale ed operativo); per l’acquisto dei brani, la piattaforma rimanda ora a siti autorizzati come iTunes o Amazon.com.

L’amministratore delegato di BlueBeat, Hank Risen, è sicuramente un personaggio curioso e spregiudicato: ideatore di un procedimento di registrazione chiamato “simulazione psicoacustica”, aveva rielaborato l’intero catalogo dei Beatles e di altri artisti in versioni (a suo modo di dire) più simili alla resa live, accampando su di essi diritti esclusivi di copyright e dunque anche la facoltà di porli in vendita alle sue condizioni. La EMI, titolare del repertorio dei Fab Four, non è stata ovviamente d’accordo e i giudici le hanno dato prontamente ragione spegnendo il “negozio” di Risen e la sua bizzarra iniziativa imprenditoriale (o pubblicitaria?)

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.