Lo strazio di Lily Allen per la perdita del figlio

Lo strazio di Lily Allen per la perdita del figlio

Lily Allen ha raccontato per la prima volta, a due anni dai fatti, i risvolti di una sua vicenda intima. Nel 2007 la cantante londinese, all'epoca al fianco di Ed Simons dei Chemical Brothers, si scoprì incinta. "Non riuscivo neanche a capire quante
emozioni mi passassero per la testa", ha detto Lily alla rivista britannica Grazia, "e poi ecco che dovevo già fare un comunicato
stampa per parlare del fatto che avevo avuto un aborto spontaneo. Ho avuto l'opinione pubblica dalla mia parte per più o meno cinque giorni, poi tutti di nuovo a darmi la caccia. E io non riuscivo a capire cosa mi stesse succedendo. Non riuscivo a farmene una ragione. Quando poi ho veramente capito cosa mi era successo, è stato come se la casa mi fosse crollata addosso. Ho continuato a lavorare ma avevo tutta questa storia nella testa. Ogni tanto vado da uno psicologo, e in quel periodo mi è stato veramente utile. Poi alla fine me ne sono fatta una ragione e ho cercato d'andare avanti, certo che ancora adesso
se ci ripenso mi rattristo". Ora la Allen, 24 anni, della zona londinese di Hammersmith, ha cambiato vita. Dopo la rottura con Simons, avvenuta poco dopo l'aborto spontaneo, ha avuto un paio di storie minori e adesso sta stabilmente con il costruttore Sam Cooper. "Non mi interessa essere celebre, non me ne importa niente delle feste, non voglio essere la popstar più grande del mondo. Mi interessa solo essere felice. Essere felice vuole anche dire stare a casa con Sam, decidere quali lenzuola mettere, cose semplici così, cose normali. Quando ho iniziato mi bevevo quattro lattine di sidro sul palco, ma andare fuori di testa mi ha messo nei casini; non riuscivo a capire perché non riuscissi ad essere come Liam Gallagher solo perché ero una ragazza. Adesso sono felice d'essere un po' più signora".

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.