1200 chitarristi a Boston per il Guinness: ma non ce la fanno

Più di 1200 chitarristi hanno suonato "Dirty waters" sulle banchine del fiume Charles a Boston per 90 minuti, ma tutto ciò non è valso a farli entrare nel libro dei Guinness, contenente i record più stravaganti del mondo.

Componenti dei Cars e di altri gruppi di Boston hanno infatti tentato con la loro performance di stabilire il record del maggior numero di chitarristi impegnati a suonare la stessa canzone più a lungo. Sotto un sole splendente l’esercito di chitarristi è partito con i tre accordi iniziali di "Dirty waters" - brano scritto per il fiume Charles e diventato un hit a cavallo degli anni ’60 grazie agli Standells - e ha resistito circa 90 minuti. Ma gli organizzatori del tentativo da record sono crollati sul numero dei partecipanti, visto che soltanto tre anni fa, in Canada, ben 1322 chitarristi si erano esibiti in una lunghissima "Takin’ care of business", mentre un mese fa un gruppo di 1555 chitarristi ha suonato "Twist and shout" a Nashville. I chitarristi di Boston, dal canto loro, hanno dichiarato di essersi divertiti moltissimo, nonostante molti di loro fossero appena in grado di tenere un accordo sullo strumento. "E’ una delle esperienze più divertenti della mia vita", ha detto ad esempio Barry Goudreau, un ‘guitar hero’ bostoniano, prima di salire sul palco. " Mi ricordo di quando era appena uscita la canzone, e questa cosa mi ha riportato indietro nel tempo". Il batterista Ben Orr dei Cars, che teneva il tempo del brano, ha detto di aver messo da parte le bacchette che ha utilizzato per suonare e che le regalerà a suo figlio, che adesso ha un anno. .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.