YouTube incorona Susan Boyle: lei la più vista del 2009

YouTube incorona Susan Boyle: lei la più vista del 2009

La celebre piattaforma di video sharing Youtube ha comunicato oggi la classifica dei clip più visti ospitati sulle proprie pagine: in testa alla classifica (generale, non limitata solo agli spezzoni di tema "musicali") c'è Susan Boyle, con un filmato che riassume le sue migliori prestazioni nello studio del talent show britannico "Britain’s got talent". La "popstar per caso" scozzese ha saputo tenersi alle spalle anche i cosidetti clip "virali", spezzoni piuttosto divertenti ma non clamorosamente significativi che spopolano su forum e mailing list: alla Boyle, infatti, hanno dovuto inchinarsi anche "gli sposi ballerini" e "il bambino dopo il dentista", filmato - in verità non troppo divertente - di un bambino ripreso dopo la somministrazione di una potente dose di analgesici in seguito ad un intervento odontoiatrico.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.