NEWS   |   Industria / 09/12/2009

My Favorite Records, un'etichetta 'artist-friendly' per il jazz (e non solo)

My Favorite Records, un'etichetta 'artist-friendly' per il jazz (e non solo)

Patrizio Romano (direttore artistico, fresco dimissionario dalla  EMI) e Fabio Stucchi (amministratore)  si preparano a presentare ufficialmente al prossimo Umbria Jazz Winter (a Orvieto dal 30 dicembre  al 3 gennaio prossimo) la loro nuova etichetta My Favorite Records. Il background dei due fondatori (alla EMI Romano curava la gestione del catalogo, ma ha anche seguito la produzione di album di Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Nicola Conte, Franco D’Andrea, Maurizio Giammarco e altri per la gloriosa Blue Note, mentre Stucchi ha alle spalle una carriera da produttore discografico indipendente e promoter di concerti attraverso l’agenzia live Big Fish) è coerente con il progetto di creare un marchio dedicato alla musica di qualità (jazz ma non solo) e rigorosamente artist-friendly. “La visione della etichetta”, spiegano i due nelle note di presentazione del progetto, “sarà guidata sempre da istinto e amore e mai da ricerche di mercato (anche se i dischi vogliamo venderli...) all’inseguimento di un ipotetico pubblico”.

I nomi dei primi artisti del roster dovrebbero essere annunciati a breve. Per il momento si sa che My Favorite Records lavorerà su tutti gli aspetti della produzione e del marketing  (appoggiandosi alla edel per la distribuzione e a Gianpietro Giachery per l’ufficio stampa) mettendo una cura particolare anche nel packaging del prodotto: tutti i cd saranno messi in commercio in confezione di cartoncino “ecologico”, senza aggiunta di prodotti chimici in fase di stampa e con cellophan esterno riciclabile al 100 %. Con un duplice obiettivo: rispettare l’ambiente e spingere gli appassionati a possedere i dischi dell’etichetta invece di scaricarli o masterizzarli.