UK, i colossi del Web scrivono al governo: 'No alle nuove norme sul digitale'

Facebook, Google, Yahoo! ed eBay sono i firmatari di una lettera aperta indirizzata al governo britannico per protestare contro alcune disposizioni contenute nel nuovo Digital Economy Bill. A preoccupare i giganti del Web è la “clausola 17” della normativa, che concederebbe al Segretario di Stato la facoltà di modificare la legge sul copyright in vigore se lo ritenesse necessario per controbattere le violazioni del diritto d’autore e dei diritti connessi. “Questo potere”, scrivono le quattro società nella pubblica missiva, “potrebbe ad esempio essere usato per introdurre ulteriori misure tecniche oppure per intensificare il monitoraggio dei dati relativi agli utenti Internet anche quando non ha avuto luogo nessuna attività illegale”: ne potrebbero derivare, a loro avviso, costi non necessari e un freno all’innovazione.

    Facebook, Google, Yahoo! ed eBay sono i firmatari di una lettera aperta indirizzata al governo britannico per protestare contro alcune disposizioni contenute nel nuovo Digital Economy Bill. A preoccupare i giganti del Web è la “clausola 17” della normativa, che concederebbe al Segretario di Stato la facoltà di modificare la legge sul copyright in vigore se lo ritenesse necessario per controbattere le violazioni del diritto d’autore e dei diritti connessi. “Questo potere”, scrivono le quattro società nella pubblica missiva, “potrebbe ad esempio essere usato per introdurre ulteriori misure tecniche oppure per intensificare il monitoraggio dei dati relativi agli utenti Internet anche quando non ha avuto luogo nessuna attività illegale”: ne potrebbero derivare, a loro avviso, costi non necessari e un freno all’innovazione.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.