UK, anche Borders in amministrazione controllata

Vacilla un’altra torre, nel traballante castello del retail discografico britannico: dopo Fopp (parzialmente recuperata da HMV), dopo Zavvi e dopo Woolworths tocca ora alla catena di librerie Borders, costretta a invocare la procedura di amministrazione controllata dopo un tentativo fallito di vendita al concorrente WH Smith.

Rilevata non più di quattro mesi fa da dalla private equity Valco Capital Partners e da tempo sofferente, Borders conta nel Regno Unito 45 punti vendita (36 dei quali operano con l’omonima insegna, mentre altri 9 esercitano l’attività con il nome di Books Etc.), impiega 1.150 dipendenti e sviluppa circa un quinto del suo fatturato con prodotti musicali, cd e dvd. La società incaricata dell’amministrazione controllata, MCR, tenterà in collaborazione con il management della catena di trovare un altro compratore. Nel frattempo, e proprio in questa prospettiva, i negozi resteranno aperti in vista della cruciale stagione natalizia. 

Borders vanta nel mercato musicale britannico una market share non superiore al 2%. Una sua eventuale chiusura, sottolinea il direttore generale della Entertainment Retailers Association inglese Kim Bayley, colpirebbe principalmente i settori della musica classica e del jazz, per cui la catena rappresenta uno dei maggiori canali di vendita sul mercato tradizionale.

 

I talk show di Rockol per la Milano Music Week: “Il ticketing”
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.