Rockol Awards 2021 - Vota!

UK, il governo pronto ad adottare una legge anti-file sharer 'alla francese'

Accogliendo le invocazioni di discografici come Elio Leoni Sceti, amministratore delegato di EMI Music, il governo inglese è pronto a introdurre una legislazione anti file sharing sul modello francese. Lord Mandelson, segretario di Stato per l’Industria e l’Innovazione, lo ha annunciato parlando ieri al “c&binet forum”, conferenza sui temi della tecnologia che ha avuto luogo in Hertfordshire. Si tratta, ha spiegato il ministro, di introdurre misure legislative graduali e “proporzionate, che diano alla gente coscienza del problema e ampia possibilità di smettere di infrangere le regole”. Non è detto, ha precisato Mandelson, che la soluzione francese dei “tre colpi” verrà ricalcata per intero: “sicuramente ci saranno due notifiche di avvertimento”, ha anticipato, aggiungendo che a carico dei trasgressori di legge potrebbe anche essere prevista la sospensione dell’accesso alla rete, sia pure riconoscendogli la facoltà di ricorrere in appello. “Si tratterebbe comunque di una misura estrema”, ha concluso Mandelson, “e sicuramente non ci aspettiamo come risultato un taglio massiccio delle connessioni a Internet”. Le nuove misure, dettagliate in un documento che il governo intende rendere pubblico a novembre, potrebbero entrare in vigore dall’aprile dell’anno prossimo.
    Accogliendo le invocazioni di discografici come Elio Leoni Sceti, amministratore delegato di EMI Music, il governo inglese è pronto a introdurre una legislazione anti file sharing sul modello francese. Lord Mandelson, segretario di Stato per l’Industria e l’Innovazione, lo ha annunciato parlando ieri al “c&binet forum”, conferenza sui temi della tecnologia che ha avuto luogo in Hertfordshire. Si tratta, ha spiegato il ministro, di introdurre misure legislative graduali e “proporzionate, che diano alla gente coscienza del problema e ampia possibilità di smettere di infrangere le regole”. Non è detto, ha precisato Mandelson, che la soluzione francese dei “tre colpi” verrà ricalcata per intero: “sicuramente ci saranno due notifiche di avvertimento”, ha anticipato, aggiungendo che a carico dei trasgressori di legge potrebbe anche essere prevista la sospensione dell’accesso alla rete, sia pure riconoscendogli la facoltà di ricorrere in appello. “Si tratterebbe comunque di una misura estrema”, ha concluso Mandelson, “e sicuramente non ci aspettiamo come risultato un taglio massiccio delle connessioni a Internet”. Le nuove misure, dettagliate in un documento che il governo intende rendere pubblico a novembre, potrebbero entrare in vigore dall’aprile dell’anno prossimo.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.