Edizioni musicali, le vendite dei Beatles aiutano anche la Chrysalis

L’exploit dei remasters dei Beatles riverbera i suoi effetti positivi al di là della Apple Corps, della EMI e della Sony/ATV (che detiene i copyright su gran parte delle canzoni del quartetto); tra i beneficiari c’è anche la società di edizioni indipendente Chrysalis Music, che incassa sulle vendite del catalogo dei Fab Four alcune delle royalty spettanti al produttore George Martin. La performance dei Beatles si aggiunge a quella di nuovi gruppi come Bat For Lashes, Gossip e Horrors, di cui la Chrysalis amministra i diritti editoriali: grazie a questi successi la società fondata da Chris Wright stima che i suoi risultati di fine anno sopravanzeranno quelli iscritti nel budget di previsione.
Music Biz Cafe, parla Luca De Gennaro (Direttore VH1 Italia)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.