Warner Music, il produttore dei Green Day nominato direttore creativo

Warner Music, il produttore dei Green Day nominato direttore creativo
Mentre calano le quotazioni di finanzieri e contabili, nelle case discografiche tornano in auge i music men: e così anche Warner Music, dopo EMI, punta su un creativo come il celebre produttore Rob Cavallo, assegnandogli l’incarico, creato ex novo, di chief creative officer in cambio del suo impegno a lavorare in esclusiva per la major americana.
L’annuncio della nomina è stato dato da Lyor Cohen, presidente e amministratore delegato Warner (divisione Musica Registrata) nel continente americano e nel Regno Unito: “Rob è uno dei produttori di maggiore successo dei nostri tempi”, ha detto Cohen. “Avendo lavorato con lui su numerosi album dei generi più disparati, ho potuto verificare di persona l’estro creativo che porta in studio di registrazione e la passione con cui contribuisce a ogni progetto”. “WMG è stata la mia casa musicale sin da quando ho iniziato come stagista nel 1987 e sono molto orgoglioso di ricominciare a lavorare qui” ha ribattutto il produttore, lodando la Warner per “la libertà creativa che concede ad artisti e produttori”, e il suo roster artistico, “un serbatoio profondo ed entusiasmante di talenti”.
Il curriculum di Cavallo è indiscutibilmente prestigioso: dopo avere iniziato a metà anni Ottanta a Los Angeles come musicista e ingegnere del suono (nei Complex Studios, a fianco del noto produttore George Massenburg), nel 1987 viene ingaggiato alla Warner Bros. Records come assistente artistico con l’incarico di occuparsi dei Black Sabbath. Manifestando grande fiuto, mette sotto contratto prima (nel 1989) i Goo Goo Dolls e poi (nel 1993) i Green Day , inaugurando con questi ultimi un fortunatissimo sodalizio che prosegue tutt’oggi e che ha fruttato enormi soddisfazioni dai tempi di “Dookie” a quelli di ”American idiot”. Dopo avere orchestrato nel ’97 la reunion dei Fleetwood Mac, assume l’incarico di direttore artistico della Hollywood Records (gruppo Disney), collaborando con Phil Collins alla fortunata colonna sonora di “Tarzan” (uno dei suoi numerosi progetti musical-cinematografici di successo). Al 2002 risale il suo ritorno alla Warner Bros., con la produzione di “American idiot” e poi del live “Bullet in a bible” dei Green Day. Contemporaneamente, Cavallo continua a lavorare come produttore indipendente e assume l’incarico di presidente della Level 7 Artists, una società tecnologica votata al settore dell’intrattenimento. Tra le sue produzioni più recenti spiccano quelle di “Rock’n’roll Jesus” di Kid Rock, di “Big whiskey and the GrooGrux king” della Dave Matthews Band e del nuovo album dei Paramore attualmente ai vertici delle classifiche americane. Nell’arco della carriera ha già collezionato sei Grammy, un Oscar e un Golden Globe, mentre gli album da lui prodotti hanno venduto complessivamente oltre 125 milioni di copie.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.