Scade il contratto Warner, il prossimo disco di P. Diddy sarà con Interscope?

Page Six, la rubrica di gossip del New York Post, avanza l’ipotesi che il prossimo disco di Sean Comb, in arte P. Diddy o Diddy, possa uscire per la Interscope/Universal. Il contratto discografico che il produttore/rapper di Harlem aveva firmato con il gruppo Warner Music scade nell’aprile del 2010, e proprio a quella data è stata posticipata la pubblicazione del nuovo album “Last train to Paris” inizialmente annunciato per novembre su etichetta Atlantic. L’eventuale cambio di etichetta sarebbe favorito dai rapporti di amicizia che legano Combs a Jimmy Iovine, amministratore delegato della Interscope.
Dal 1997 al 2006 (prima con il nome di Puff Daddy, poi come P.Diddy e infine solo come Diddy, da solo, con The Family o con la Bad Boy Family) Combs ha pubblicato sei album tutti con la Atlantic/Warner e tutti su marchio Bad Boy Records, l’etichetta da lui stesso creata nel 1993 e le cui sorti sono ora legate alle sue prossime mosse.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.