NEWS   |   Industria / 21/08/2009

La musica aiuta il recupero psicologico dei veterani di guerra

La musica aiuta il recupero psicologico dei veterani di guerra
Il pianista e compositore Arthur Bloom da diverso tempo si sta dedicando all'uso della musica nel recupero psicologico dei militari americani tornati dalla guerra.
Tutto è iniziato quando, due anni fa, un soldato che aveva perso la gamba in battaglia gli chiese un consiglio per poter ricominciare a suonare la batteria. Bloom, affascinato dalla sfida, si recò al Walter Reed Army Medical Center per incontrare il batterista: tornò da lui molte volte finché non scoprì Musicorps, un programma dedicato all'insegnamento della musica ai soldati disabili.
Con il procedere di queste lezioni Bloom scoprì che a questi veterani non bastava strimpellare qualcosa e prendere qualche lezione, ma avevano bisogno di un approccio più serio e passionale: grazie a questo risultato il compositore è riuscito a far sì che diversi artisti donassero i propri strumenti e che Steve Jobs regalasse diversi computer. In questo modo è stato possibile realizzare un piccolo studio di registrazione al Walter Reed dove Bloom ha iniziato ad insegnare, suonare, produrre musica con i veterani e, se richiesto, riscrivere una parte di piano per permettere ad un soldato con una mano sola di suonarla.