Non solo speculazioni: su StubHub biglietti di Bruce Springsteen a un dollaro

Non solo speculazioni: su StubHub biglietti di Bruce Springsteen a un dollaro
Acquistare il biglietto di un concerto su un sito professionale di rivendita non è sempre e necessariamente un cattivo affare, concluso con un esborso monetario nettamente superiore al prezzo nominale del tagliando. Così almeno sostiene StubHub, la società di San Francisco che fa capo ad eBay e che del cosiddetto secondary ticketing è oggi uno dei maggiori protagonisti a livello internazionale. Secondo quanto dichiarato all’Hollywood Reporter da un portavoce della società, Sean Pate, la crisi economica ha innescato una ricerca di occasioni last minute per i concerti, e il risultato è che sul sito i prezzi contrattati da privati o da broker sono calati mediamente del 12 %. Tramite la piattaforma, rivela Pate, qualcuno è riuscito persino ad aggiudicarsi a un dollaro un tagliando di ingresso per gli ultimi show di Bruce Springsteen e dei Coldplay, mentre qualche altro fortunato ha potuto assistere a un’esibizione dei Jonas Brothers sborsandone non più di dieci. Le speculiazioni non sono tuttavia scomparse dal mercato secondario: nel caso di Paul McCartney, per esempio, la forbice dei prezzi si allarga da un minimo di 16 dollari a un massimo di più di mille. “La tendenza è molto variabile”, spiega Pate, “come in una borsa valori, ed è come un barometro che cambia valore da città a città”.
Sul mercato ufficiale, intanto, i prezzi risultano tuttora in aumento: la rivista di settore americana Pollstar calcola in 64,61 dollari, il 4 % in più dell’anno scorso, il prezzo medio richiesto per assistere ai concerti dei 100 artisti “top” del circuito live, aggiungendo però che iniziative di sconto come quelle promosse recentemente da Live Nation porteranno probabilmente a una riduzione del valore nella seconda parte dell’anno.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.