BMG Rights, nel portafoglio canzoni di Britney Spears e Ricky Martin

Ancora novità sul fronte di BMG Rights Management, la joint venture tra la tedesca Bertelsmann e la londinese Kohlberg Kravis Roberts & Co che dopo un inizio in sordina sta cominciando a increspare le acque del music business. La società berlinese ha avanzato un’offerta di acquisto per la casa di edizioni musicali statunitense Crosstown Songs America, il cui catalogo di 8 mila canzoni include quote di diritti editoriali su successi come “Toxic” di Britney Spears, “Livin’ la vida loca” di Ricky Martin e “All I wanna do” di Sheryl Crow.
Per la joint venture appena costituita, ha commentato il ceo di BMG Rights Management Hartwig Masuch, “questo è un primo passo significativo e rappresenta la nostra volontà di definire un nuovo standard di business nella gestione e nell’amministrazione delle licenze sui diritti”.
Dall'archivio di Rockol - 1991, l'ultimo anno d'oro del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.