Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Pop/Rock / 06/07/2009

Scott McCaughey (Minus 5): 'Portland è la nuova Seattle'.

Scott McCaughey (Minus 5): 'Portland è la nuova Seattle'.
Sarà perché i Decemberists, una delle band più quotate degli ultimi anni, vengono da lì. Magari sarà anche perché in città c'è una delle squadre più giovani e promettenti dell'NBA, i Trail Blazers. Ma Portland, Oregon, è attualmente una delle città più “cool” di tutta l'America. Recentemente 4/5 dei R.E.M.(tutti, meno Michael Stipe) si sono ritrovati da quelle parti per i primi lavori sul nuovo album, spinti dal loro “sideman” più attivo, Scott McCaughey. Che fuori dalla band di Athens ha una vita iperattiva: nei prossimi giorni escono in contemporanea due proggetti a sua cura: “Killingsworth”, nuovo album dei Minus 5 e “XX” dei Young Fresh Fellow. “Ora vivo a Portland, da 5 anni, dopo 25 a Seattle”, ci racconta Scott. “Credo che in qualche modo la città mi ricordi la Seattle che ho conosciuto quando mi ci sono trasferito. Forse non è del tutto giusto dire così, perché Portland ha un feeling tutto suo, una bellissima fusione di pensiero liberale moderno, ma con molto ancora di quella vecchia “vibe” un po' ruvida da città di frontiera del nordovest”.
Sembra quasi impossibile vedere due dischi pubblicati da questo musicista che, negli ultimi due anni, ha inciso un disco con i R.E.M., con i quali è stato in tour per 10 mesi; ha inciso altri dischi con i Baseball ProjectBaseball Project, Tuatara e 2 con con Robyn Hitchcock con cui è attualmente in tour assieme a Peter Buck. “Avevo tre mesi liberi tra la fine della registrazione di 'Accelerate” e l'inizio del tour Così il 90% dei due dischi è stato realizzato in quel 'buco'. Poi qualche altra incisione è stata fatta durante il tour, per mixare tutto a gennaio e febbraio. La differenza tra un progetto e l'altro è che o Young Fresh Fellows sono una band, una democrazia, quattro amici che decidono tutto assieme, più o meno come nei R.E.M.. Nei Minus 5 io prendo più o meno tutte le decisioni, anche se mi confronto spesso con Peter e gli altri collaboratori regolari. Poi, i Fellows sono un rock'n'roll party group. E, anche se i Minus 5 possono fare la stessa cosa – credetemi, possiamo e lo facciamo - la loro musica finisce spesso per essere "psychedelic folk ". E' una distinzione un po' semplicitsica, ma a grandi linee è così”.
“Tutti questi progetti”, continua, “Sono così diversi tra di loro... Nei R.E.M. e nei Robyn Hitchcock & The Venus 3, credo di essere tecnicamente un "sideman", anche se sono delle band di cui mi sento parte integrante. Sono 15 anni che suono e incido con i R.E.M.! I Baseball Project sono un progetto collaborativo a tema messo in piedi da Steve Wynn assieme a me, basato sul nostro comune amore per quello sport. Mentre ormai i Tuatara esistono solo in studio. I Minus 5 entrano in azione quando ce n'è voglia, e può succedere in ogni momento, mentre i Fellow sono i miei numeri uno: tra poco celebriamo i 25 anni dal nostro primo disco, ma incrociare impegni famigliari e programmi di ognuno non è semplice”.
“La verità è che, onestamente non scrivo quanto vorrei, perché non ho abbastanza tempo. Certe volte mi sembra di passare più tempo a fare il manager di me stesso e della mia carriera che con una chitarra in mano e suonare. Ma alla fine non mi devo lamentare: ci sono ancora così tanti dischi da fare... In mezzo ai tour di questa estate inizieremo il secondo album dei Baseball Project... Augurateci buona fortuna!”.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi