Il Times: 'La scomparsa di Michael Jackson una iattura per Londra'

Il Times: 'La scomparsa di Michael Jackson una iattura per Londra'
La morte di Michael Jackson e la conseguente cancellazione dei suoi concerti alla O2 Arena, scrive il Times di Londra, costeranno milioni di sterline all’economia londinese. Per i 50 concerti in programma l’organizzatore AEG Live aveva già venduto decine di migliaia di biglietti in ogni parte del mondo, dal Giappone agli Emirati Arabi, facendo prevedere un afflusso extra di turisti nella capitale inglese con benefiche ricadute sugli introiti di alberghi, bar, ristoranti e negozi.
Opportunità andata in fumo, mentre per la O2 Arena (gestita dalla stessa AEG, che due anni fa aveva rilevato l'ex Millennium Dome) si pone ora il problema di coprire i numerosi buchi in calendario: per attirare altri artisti e indurli a modificare tournée già programmate, sostengono alcuni insider, il promoter sarà probabilmente costretto ad alzare i cachet; per stimolare gli spettatori ad affluire in massa verso l’impianto affacciato su Greenwich, d’altra parte, dovrà probabilmente contenere i prezzi rispetto a quelli richiesti per assistere agli show di Jackson. Equazione difficilmente risolvibile e una grana in più per AEG, già alle prese con gli enormi problemi legati ai rimborsi dei biglietti venduti (più di 750 mila, secondo stime ufficiose), al recupero dei costi sostenuti e alla gestione dei rapporti con le assicurazioni: secondo il trade magazine Reinsurance AEG era riuscita a garantirsi una copertura soltanto per i primi dieci spettacoli (valore stimato 80 milioni di sterline) mentre per il resto (valore stimato in 300 milioni di sterline) si sarebbe sostanzialmente “autoassicurata”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.