MySpace, calo delle page views e tagli in vista

MySpace, calo delle page views e tagli in vista
MySpace si preparerebbe a un'ondata di licenziamenti che, secondo diversi autorevoli media di settore americani, potrebbero oscillare tra le 300 e le 500 unità (sulle 1.600 complessive attualmente in organico). Fox Interactive Media, casa madre del sito di social networking, ha recentemente spodestato il co-fondatore di MySpace Chris DeWolfe, sostituendolo con l'ex CEO di AOL, Jonathan Miller, il cui ruolo è ora quello di CEO del Digital Media dell'intera News Corp.
Oltre ai prevedibili e comprensibili interventi sul personale tipici di ogni avvicendamento al vertice, tra le cause dei possibili licenziamenti va menzionato anche il vistoso calo di performance di MySpace, le cui page views hanno subito un declino del 20%, passando dai 47,4 miliardi del marzo 2008 ai 38 circa del marzo 2009 a livello mondiale.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.