NEWS   |   Industria / 08/06/2009

Crisi dell'editoria: in Usa chiudono Radio & Records e Performing Songwriter

Crisi dell'editoria: in Usa chiudono Radio & Records e Performing Songwriter
Chiudono due note riviste musicali americane, entrambe di base a Nashville. Radio & Records, noto settimanale trade statunitense, ha cessato le pubblicazioni dopo 36 anni di attività per volontà del gruppo Nielsen Business Media che ne aveva acquisito la proprietà tre anni fa. “Una decisione difficile ma necessaria” ha spiegato l’editore Howard Appelbaum, riferendosi al licenziamento di circa 30 persone dettato da motivazioni economiche. “Il settore radiofonico”, ha aggiunto un portavoce della Nielsen, “ha subìto un forte processo di consolidamento in questi ultimi anni. La società ha pertanto deciso che il modo migliore di utilizzare le sue risorse a sostegno dell’industria è di consolidare a sua volta i suoi marchi musicali”: alcune rubriche chiave della pubblicazione, come le sue classifiche di airplay, verranno conseguentemente assorbite dalla testata consorella Billboard.
Il numero di giugno 2009 segna l’ultima uscita in edicola di Performing Songwriter, mensile con una tiratura di 55 mila copie apprezzato dai musicisti quanto dagli appassionati di rock e canzone d’autore. La rivista era nata sedici anni fa e Lydia Hutchinson, fondatrice ed editrice della testata, spiega di averla voluta chiudere “mentre era ancora al suo picco”.