'La bella e la bestia', il musical prende casa al Nazionale di Milano

Promoter locali di lungo corso come David Zard e Claudio Trotta stanno investendo risorse ed energie nel musical, e i tempi sembrano davvero maturi per un ritorno in grande stile, anche in Italia, di un genere di spettacolo che da qualche tempo (basta citare “Mamma mia!”?) si è rimesso a mietere straordinari successi in tutto il mondo. Tanto più che sta per scendere in campo un colosso multinazionale del settore, la Stage Entertainment dell’olandese Joop van den Ende (il fondatore di Endemol), con una produzione locale de “La bella e la bestia” che dal prossimo 2 ottobre – e fino ad esaurimento richieste del pubblico, proprio come accade a Broadway o nel West End londinese – andrà in scena presso il rinnovato Teatro Nazionale di Milano (attualmente in fase di ristrutturazione: il completamento dei lavori è programmato per fine giugno).
    Promoter locali di lungo corso come David Zard e Claudio Trotta stanno investendo risorse ed energie nel musical, e i tempi sembrano davvero maturi per un ritorno in grande stile, anche in Italia, di un genere di spettacolo che da qualche tempo (basta citare “Mamma mia!”?) si è rimesso a mietere straordinari successi in tutto il mondo. Tanto più che sta per scendere in campo un colosso multinazionale del settore, la Stage Entertainment dell’olandese Joop van den Ende (il fondatore di Endemol), con una produzione locale de “La bella e la bestia” che dal prossimo 2 ottobre – e fino ad esaurimento richieste del pubblico, proprio come accade a Broadway o nel West End londinese – andrà in scena presso il rinnovato Teatro Nazionale di Milano (attualmente in fase di ristrutturazione: il completamento dei lavori è programmato per fine giugno).

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.