Zucchero, ‘Domani’, Jovanotti, Pagani: polemica pretestuosa, e disinnescata

Zucchero, ‘Domani’, Jovanotti, Pagani: polemica pretestuosa, e disinnescata
A margine dell’incontro con i giornalisti di Irene Fornaciari del quale diciamo altrove (vedi News), sono state riferite a Jovanotti le parole pronunciate da Zucchero a Pontremoli domenica 24 maggio.
Ne parliamo qui solo per riportare parola per parola quanto detto da Zucchero, e per ospitare la dichiarazione inviata da Jovanotti dall’Asia Centrale, dove si trova in viaggio.
Interrogato sulla sua possibile presenza a Roma per il concerto corale del 20 giugno, Zucchero ha detto testualmente:
“Ogni giorno c’è qualcuno che vuol fare qualcosa per una giusta causa, come può essere il disastro in Abruzzo. Intanto il problema è che ti chiamano la sera prima e devi essere pronto il giorno dopo a dire sì o no. Non si sa bene cos’è che c’è da fare. Cosa si fa? Siamo tutti insieme o uno va lì perché ha un disco da promuovere e quell’altro no? C’è la vera solidarietà? Siamo tra noi veramente, solo per questa causa qua, o no? E poi io cosa faccio lì? Rifaccio una canzone, se non ho niente di nuovo da presentare rifaccio una canzone? Ma perché non c’inventiamo qualcosa di più magico, che resti di più nella storia, che non fare, con tutto il rispetto, una canzone mediocre come ‘Domani’, a cui io ho partecipato più che volentieri per solidarietà, ma come scrittura è mediocre - non me ne voglia Mauro Pagani, che stimo come musicista, e tantissimo, ma è una canzone dal punto di vista della scrittura mediocre. Dal punto di vista invece dell’ideologia, del tema, benissimo. Ma io gli dissi: ‘Dobbiamo fare qualcosa che resti’. E lui: ‘No, è importante farlo subito’. Dico io: ‘Anche se aspetti una settimana non cambia mica niente, non è che in una settimana questi qui hanno le case fatte. Aspettiamo una settimana, troviamo la canzone che resti’. Avrei voluto un po’ più di tempo per trovare qualcosa che restasse di più dal punto di vista musicale. Non mi piaceva neanche ‘We are the world’, comunque... ‘Do they know it’s Christmas’, invece, quello sì che era un grande pezzo. Quando mi è stato detto ‘Guarda che l’operazione va al di là della canzone in sé’, io ho detto ‘Va bene’. Non fraintendetemi, voglio essere chiaro: non sto sparando sull’operazione, sto dicendo che con un po’ più di tempo si potevano mettere insieme degli artisti bravi, che io rispetto, come quelli che hanno partecipato lì, metterli tutti insieme, farli star lì una settimana, fare una session tutti insieme per trovare una canzone originale che restasse, musicalmente, nei cuori della gente. Solo questo. Capito? E c’erano le possibilità. Però comunque la cosa sta andando bene, mi sembra che sia stata recepita bene, e va benissimo. Io sto parlando dal punto di vista tecnico, della scrittura della canzone. E’ chiaro che l’operazione è nobilissima. Perché non dovevo partecipare? Andrei anche a San Siro con le amiche per l’Abruzzo, a suonare la chitarra. Ma non mi vorrebbero...”
Ecco qui di seguito le repliche di Jovanotti e Mauro Pagani:
Jovanotti: “Ho letto le dichiarazioni di Zucchero e non le ho trovate polemiche, è esattamente quello che mi aveva detto al telefono quando ha accettato di esserci. E' venuto, anche se con delle riserve rispetto al fatto che si andava a fare una canzone edita e lui non era d'accordo, questo indica la sua generosità. Ha voluto esserci comunque e questo è quello che conta. Zucchero è un grande artista e una persona schietta che dice sempre quello che pensa. E comunque è proprio grazie alla generosità di artisti così che ‘Domani’ è un grande progetto emozionante, prima ancora di essere una canzone. ‘Domani’ è un contenitore di generosità, da parte degli artisti ma soprattutto da parte del pubblico che sta premiando questa idea acquistando tantissime copie nel momento di più grande crisi della discografia mondiale”.
Mauro Pagani: "A rendere speciale questa iniziativa è stato che tutti si sono lasciati travolgere dall'istinto primordiale, sano e meraviglioso di attenzione nei confronti degli altri".
Dall'archivio di Rockol - racconta il tour di "Black cat" e il ritorno all'Arena
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.