Statistiche: un inglese su dieci compra musica digitale

Il mercato discografico britannico, informa l’associazione dei discografici BPI, si sta rapidamente digitalizzando: tanto che nel corso del 2008 il 9,5 % dei cittadini inglesi ha acquistato musica in formato digitale (erano appena il 5,1 % alla fine dell’anno precedente). Nell’arco degli ultimi dodici mesi sul territorio del Regno Unito sono stati venduti 7,2 milioni di lettori MP3, oggi in possesso di un terzo della popolazione; i più forti acquirenti di musica digitale risiedono nella fascia di età compresa tra i 20 e i 29 anni (sono il 43,9 % del totale).

I dati diffusi dalla BPI dipingono nel complesso un quadro decisamente meno fosco di quello tracciato dalla RIAA in relazione al mercato statunitense: mentre negli Usa le vendite (in termini di pezzi venduti) sono calate in un anno del 14 %, nel Regno Unito non si è andati oltre un relativamente modesto – 3,2 %. A fine 2008 i download “alla carta” effettuati dagli acquirenti britannici di musica hanno quasi raggiunto quota 110 milioni (+ 41,6 %, oltre il 95 % dei singoli complessivamente venduti); contemporaneamente l’acquisto di album digitali è cresciuto a 10,3 milioni di unità (+ 65 %), con artisti come Coldplay , Duffy e Kings Of Leon al di sopra delle 100 mila copie vendute.
Meno positivo l’andamento del mercato espresso in valore: il fatturato globale delle case discografiche inglesi è sceso a 894 milioni di sterline (- 5,3 %), mentre il valore delle vendite al dettaglio è calato del 6 %, a 1,31 miliardi di sterline. Sempre meglio che nel 2007, comunque, quando tutti gli indici registravano decrementi a due cifre.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.