Eros Ramazzotti, 'Ali e radici': 'Io, come un pittore'

Eros Ramazzotti, 'Ali e radici': 'Io, come un pittore'
Un Eros rilassato, tranquillo, di persona come nella musica. Accoglie la stampa nei suoi studi di registazioni milanesi e chiacchiera amabilmente di tutto, di musica, gossip, politica, beneficenza. L’occazione è ovviamente la presentazione “Ali e radici”, nuovo disco che esce il 22 maggio: è il primo album di inediti in quattro anni, da ”Calma apparente. In mezzo il best “E2” (disco italiano più venduto del 2007). Il disco ha già venduto 210.000 ha copie in prevendita. E’ co-firmato dallo stesso Eros sia nei testi (con Adelio Cogliati), sia nelle musiche, con Claudio Guidetti. E’ intenzionalmente diviso tra due anime, come il titolo: le “Radici” sono i suoni classici, curati dallo stesso Guidetti; le “Ali” è la ricerca di nuove sonorità, affidate a Michele Canova Iorfida: l’ex collaboratore di Jovanotti, Tiziano Ferro e Giusy Ferreri, ha prodotto sei brani.
Il tema del rapporto tra tradizione e voglia di guardare avanti è affrontato nella title-track, mentre i nuovi suoni evidenti in canzoni come “Non possiamo chiudere gli occhi". “Quelle sonorità c’erano gia nei provini”, spiega Eros. “Michele le ha messe in bella copia. Lo conosco da tanti anni, prima che diventasse produttore di Tiziano e di Lorenzo. Mi piaceva l’idea di divedere questo progetto a metà, con una parte incisa da musicisti americani, come faccio da 20 anni, e una con una tecnologia più italiana. Il disco già dalle canzoni e dai testi aveva una sua anima, ma ho voluto provare a vedere cosa veniva fuori”.
“Nessuno è escluso” apre la trilogia finale, le canzoni dai tempi più sociali, con toni un po’ amari: “Ai tempi di ‘Terra promessa’ c’erano ideali da seguire, adesso molto meno, ma non è così negativo: si tratta di vedere la realtà, di metterla a fuoco. In fondo vivo questa vita, e vedo quello che c’è all’esterno. Un pittore disegna quello che vede, chi canta fa la stessa cosa. E’ un momento in tutto si consuma molto in fretta. Ognuno di noi sa da cosa dipende, da chi ci comanda, dal fatto che è tutto troppo gossip…”.
Una delle canzoni centrali è il primo singolo “Parla con me”, uno dei diversi inviti del disco alle giovani generazioni a comunicare: “L’idea è che computer e telefonini vanno usati, ma non bisogna farsi usare. E’ un invito a non tenersi tutto dentro, a comunicare. Un certo tipo di tecnologia rende tutto più freddo, lo vedo anche con mia figlia che ha 12 anni. Anche io la uso, ho riscoperto dei vecchi amici tramite Facebook, ma nelle foto faccio fatica a riconoscerli”. Su Internet Eros ha anche scoperto tre giovani artisti che sta producendo, Gianluca Massaroni, Andrea Febo e Manu.
“Ali e radici” viene stampato con un libretto di 64 pagine con foto di Bruce Weber, in cui spicca una foto in cui indossa una maglietta con Obama: “E’ stata un’idea di Weber. Sono uno dei tanti che pensano che con una persona così si possano cambiare delle cose nel mondo. Istintivamente ho pensato che fosse la persona giusta: appoggiare uno come Obama va al di là della politica. E’ uno che può portare la pace, forse anche più del Papa. Un Obama nostrano? Noi siamo italiani… Spero che quelli che promettono tanto poi alla fine riescano a mantenere”.
Dalla politica, il discorso scivola al rapporto tra musica e società, e il tema che inevitabilmente salta fuori è l’assenza di Eros dai vari progetti di beneficenza a sostegno delle vittime del terremoto in Abruzzo: “Non ho ritenuto opportuno parteciparvi”, spiega, “non solo perché ho un disco in uscita. Ma anche perché credo che questa gente avrà bisogno di aiuto molto a lungo, e preferisco agire per conto mio: non sono l’unico a pensarla così, anche se non ho niente contro chi li ha promossi o vi ha partecipato. C’è stato forse qualche malinteso ma è tutto chiarito”.
Al disco seguirà un tour nei palazzetti, prodotto direttamente dallo stesso artista tramite RadioRama e dal suo management, con il supporto di LiveNation. E’ programmato a partire da ottobre, con la prima data il 17 a Rimini. Dopo varie escursioni anche all’estero, le tappe italiane vedono 4 serate a Roma a fine novembre, dal 21 al 25, e 4 a Milano, dal 1 al 5 dicembre, mentre una seconda tranche italiana è prevista ad inizio 2010. Per vedere Eros in azione, oltre alla Partita del Cuore di lunedì 18 a cui parteciperà con la Nazionale Cantanti, i primi appuntamenti saranno la partecipazione a “Che tempo che fa” mercoledì 20 su Rai3, e ai “Wind Music Awards”, che verranno registrati a Verona il 6 e 7 giugno per poi essere trasmessi da Italia 1 (vedi i News).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
26 nov
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.