NEWS   |   Industria / 14/05/2009

Usa, David Geffen vuole una quota del NY Times (ma l'offerta è troppo bassa)

Usa, David Geffen vuole una quota del NY Times (ma l'offerta è troppo bassa)
Il magnate ebreo statunitense David Geffen sta cercando di acquistare una quota di proprietà del prestigioso quotidiano New Tork Times, controllato dalla famiglia Ochs-Sulzberger. In competizione con Larry Page, cofondatore di Google, ha avanzato un’offerta per rilevare il 19 % del capitale in mano ad Harbinger Capital Partners (che detiene anche due posti nel consiglio di amministrazione): entrambe le offerte, dimensionate in funzione degli attuali, depressi indici di mercato, sono state tuttavia giudicate inadeguate e conseguentemente ritirate.
Geffen, 66 anni compiuti a febbraio, aveva già tentato di comprare (per 2 miliardi di dollari) il Los Angeles Times. Figura di grandissimo spicco nel mondo dell’entertainment americano, ha iniziato la carriera negli anni Sessanta come manager della cantautrice newyorkese Laura Nyro e poi di Crosby, Stills & Nash. Nel 1970 fondò insieme al manager Elliot Roberts la Asylum Records, mettendo sotto contratto artisti allora emergenti come Jackson Browne, Eagles, Joni Mitchell, Linda Ronstadt e Tom Waits. Dopo la fusione tra l’etichetta e la Elektra Records (avvenuta nel 1972) lanciò nel 1980 la casa discografica che porta ancora il suo nome (nel roster Aerosmith, Guns N’ Roses, Nirvana, Cher e moltissimi altri) prima di entrare in partnership con Steven Spielberg e Jefffrey Katzenberg nel 1994 con la DreamWorks SKG. Da allora si è distinto nel campo della produzione cinematografica e per le numerose attività filantropiche che sostiene.