UK, aprono 10 sale prova per musicisti finanziate dal governo

UK, aprono 10 sale prova per musicisti finanziate dal governo
Ha aperto, a Liverpool, la prima sala prove per aspiranti musicisti finanziata direttamente dal governo: altre nove seguiranno nel corso dell’anno, secondo un programma promosso e sostenuto dall’associazione UK Music e dal suo presidente Feargal Sharkey (nella foto), ex vocalist della band pop punk Undertones che da qualche anno si è tramutato in portavoce istituzionale delle istanze degli artisti. Il progetto inaugurato dal Knotty Ash Youth and Community Centre di Liverpool prevede la ristrutturazione e riconversione di edifici abbandonati, spesso localizzati in aree urbane o rurali dismesse o impoverite. “E’ un’idea meravigliosamente semplice”, ha detto Sharkey dopo aver tagliato il nastro rosso a fianco del ministro della Cultura Andy Burnham. “Si tratta di trovare un luogo adatto, di attrezzarlo con le apparecchiature musicali necessarie, e infine di incoraggiare i giovani che vivono nell’area circostante a frequentarlo. A cascata, ne conseguono effetti positivi sul piano sociale, economico e culturale”. “Questo è solo l’inizio”, gli ha fatto eco Burnham, il cui ministero finanzia il progetto in collaborazione con il dipartimento per l’Infanzia, le Scuole e le Famiglie. “Le sale prova di Knotty Ash mettono a disposizione una bellissima struttura dedicata al tempo libero e offrono la possibilità di accumulare esperienza anche in prospettiva di una carriera nelle industrie creative” (non solo come musicisti, ma anche eventualmente come tecnici del suono e organizzatori di concerti).
Altre sale prova, affidate alla tutela delle amministrazioni locali, dovrebbero venire aperte a breve in città come Bristol, Hastings, Manchester, Norfolk, Nottingham, St. Austell e Washington.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.