Arriva in Italia 'We will rock you' dei Queen: 'Siete pieni di rock e talento'

Arriva in Italia 'We will rock you' dei Queen: 'Siete pieni di rock e talento'
Festeggia quest’anno i sette anni consecutivi in scena al Dominion Theatre di Londra e a dicembre per la prima volta arriverà anche in Italia: “We will rock you”, il musical ideato dai Queen e da Ben Elton sbarca il prossimo 4 dicembre all’Allianz Teatro di Milano.
“Siamo molto felici di portare questo spettacolo rock a Milano”, ha spiegato Brian May alla conferenza di presentazione presso il Rolling Stone di Milano, “Con il pubblico italiano c’è da sempre un rapporto esplosivo, e siamo rimasti entusiasti durante le audizioni di questi giorni nel vedere con quale talento, passione e dedizione si presentavano ballerini, attori e musicisti. 'We will rock you' qui in Italia sarà diverso dalla versione londinese e sarà diverso da tutte le altre versioni finora portate all’estero”. “Il pubblico italiano”, ha aggiunto il batterista Roger Taylor, “è uno dei migliori al mondo, specie quando si canta, trovo che sia uno dei più intonati durante i concerti”.
Lo spettacolo è stato curato dal regista e attore Maurizio Colombi, e verrà promosso in Italia dalla Barley Arts di Claudio Trotta: “Il mio sodalizio personale con i Queen è iniziato anni fa quando suonarono al palazzetto di San Siro, lo stesso che crollò sotto la nevicata dell’85”, ha spiegato il promoter, “Da lì in poi ho sempre continuato a lavorare con loro e sono veramente fiero di essere arrivato alla mia età a promuovere un musical perché mi sono accorto quanto talento e quanta qualità ci sia in Italia a livello artistico. Devo ringraziare però Brian e Roger perché la loro partecipazione e il loro coinvolgimento nella realizzazione di questo spettacolo è tangibile e reale. Sono commosso”, ha concluso, “di fare questa conferenza in un locale storico per Milano e che tra poco chiuderà: un tempio musicale chiude e se ne apre un altro, ‘We will rock you’”.
Il musical – come spiega il comunicato stampa – è ambientato nel futuro, in un paese chiamato Terra dove tutto è omologato e globalizzato, un mondo sicuro e facile a meno che non ci si senta ribelli o si abbia voglia di fare rock: “L’idea originale dello spettacolo”, ha raccontato May, “risale al 1986, quando insieme al manager Jim Beach volevamo dare vita a qualcosa di nuovo. Inizialmente si era pensato di fare uno show autobiografico sulla vita dei Queen e di Freddie Mercury, ma non aveva avuto molto successo, così a Ben Elton è venuta questa fantastica idea di lasciare perdere il passato e concentrarsi sul futuro”.
“La vera difficoltà”, ha spiegato Taylor, “è stata quella di riuscire a fare sì un musical, ma con un’impronta e un’identità del tutto rock”. “Per fortuna qui in Italia abbiamo trovato due persone rock come Claudio – Trotta di Barley Arts – e Maurizio – Colombi, il regista – che ci hanno da subito coinvolti in tutto, nelle audizioni e nei vari passaggi”. “Essere il regista di questo spettacolo in Italia è il mio sogno che si avvera”, ha raccontato Maurizio Colombi, “Ho visto una fantastica partecipazione alle audizioni di questi giorni, tra Roma e Milano avremo visionato mille artisti e devo ammettere che la loro bravura e la loro voglia di mettersi in gioco in questo ambito è stata una cosa meravigliosa”. “E’ stato bello vedere con quanta passione per la nostra musica si presentavano le band”, ha aggiunto Brian May, “Non c’erano solo cover band dei Queen, ma anche musicisti di ogni genere. Il gruppo scelto suonerà sempre dal vivo durante lo spettacolo – verranno riprodotte più di venti canzoni dei Queen – e devo ammettere che sono stati tutti bravissimi”.
Interviene anche Giovanni Terzi, Assessore agli Eventi Speciali di Milano: “Milano ha bisogno di questi grandi spettacoli, e vorrei ringraziare i Queen. I comitati cittadini che si lamentano fanno solo un gran male a questa città, senza capire il valore di questi momenti: a Milano ci vuole meno rumore e più musica”.
Cosa hanno in programma ora in Queen? “Sicuramente ci concentreremo sullo spettacolo”, ha spiegato May: “A Londra tra qualche giorno sarà il settimo anniversario, e sicuramente verremo coinvolti in prima persona in qualcosa di straordinario. Ci saremo anche il 4 dicembre all’Allianz Teatro per l’inaugurazione. Poi non lo so, potremmo anche prenderci un po’ di tempo per la nostra vita privata, in fondo per l’età che abbiamo non è neanche bello essere sempre in giro”. “Sicuramente torneremo con un album e un nuovo tour”, aggiunge Taylor. “No ti prego”, scherza May: “Non subito…”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.