'Domani 21/04.09' per l'Abruzzo, Giuliano (Negramaro): 'Un gesto naturale'

"Quando vedi uno cadere, ti viene naturale tendere una mano": così Giuliano Sangiorgi, leader dei Negramaro e tra i promotori ("Anche se non mi piace molto questa definizione: io, Lorenzo e Mauro abbiamo accesso una piccola fiammella, che si è subito trasformata in incendio. Questa canzone appartiene a tutti") dell'iniziativa "Domani 21/04.09" (vedi News), racconta la genesi dell'operazione benefica: "Tutto è nato da una telefonata tra me e Lorenzo. Ci interrogavamo su cosa potessimo fare, perché per la prima volta le immagini che venivano trasmesse in televisione non ci sembravano distanti, ma estremamemte vicine e dolorose. Abbiamo pensato in prima battuta ad un concerto, ma ci sembrava qualcosa di troppo 'festoso' davanti ad una tragedia del genere. Abbiamo così pensato di registrare un brano, e di chiamare Mauro (Pagani) come direttore artistico, per evitare di agire troppo a ridosso della sciagura". Ribadisce, Sangiorgi, il carattere "personale" della vicenda: "Per una volta, manager e case discografiche ci hanno aiutato senza mettersi in mezzo: tutte le telefonate sono state fatte da persona a persona. Le cose si sono svolte con una rapidità estrema". E la scelta di destinare i fondi alla ricostruzione di un teatro e di un conservatorio di chi è stata? "Siamo consapevoli che la musica, nel contesto di una situazione talmente grave, non sia esattamente il primo dei pensieri. Tuttavia il nostro scopo è quello di lasciare un segno nella speranza: mi ha colpito molto quanto successo alla casa dello studente, per esempio. Permettere al teatro e al conservatorio di tornare in attività significa ridare un senso di quotidianità e di svago a gente - soprattutto giovane - che ha vissuto sulla propria pelle una tragedia immane". Fa impressione vedere muoversi così tanti colleghi, in così poco tempo? "In diversi hanno detto 'no'", racconta Sangiorgi: "Chi per motivi contingenti, come i Subsonica, che erano a Roma e che non hanno fatto in tempo a raggiungerci a Milano, e chi per motivi più personali, perché non abituato ad agire con così poco preavviso. Ma - attenzione - nessuno deve permettersi di criticare chi ha scelto di non aderire. Se i nomi scritti sul Cd sono questi, è perché - per una sorta di regola non scritta che ci siamo imposti - abbiamo ritenuto indispensabile la presenza fisica in studio. Sennò avremmo potuto registrare ognuno a casa propria e scambiarci i file via Web. Ma il tutto avrebbe avuto un significato diverso: volevamo esserci. Di persona".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.