Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Gossip / 30/04/2009

Caso Rihanna, si va al 28 maggio. L’avvocato di Brown: ‘Non si proceda’

Caso Rihanna, si va al 28 maggio. L’avvocato di Brown: ‘Non si proceda’
L’udienza per il caso delle presunte percosse subite da Rihanna ad opera di Chris Brown lo scorso 8 febbraio slitta. Un giudice di Los Angeles ha accolto l’istanza della difesa di Brown con la quale la stessa ha chiesto un posponimento, ed ora si tornerà in aula il prossimo 28 maggio. L’avvocato del cantante, Mark Geragos, ha riferito che, specialmente a causa della foto scattata a Rihanna in una sede della polizia di Los Angeles, in cui l’artista mostrava chiari segni di percosse, chiederà che non si proceda perché le autorità hanno agito in maniera illegale; la foto, che potrebbe influenzare il magistrato, non avrebbe mai dovuto raggiungere i media. Intanto la polizia californiana ha acconsentito a restituire a Rihanna i gioielli, finora trattenuti come possibile prova, che indossava (a nolo) la sera dell’8 febbraio. A riferirlo è stato Donald Etra, l’avvocato della cantante.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi