Disputa sulle royalty: i Pink Floyd fanno causa alla EMI

Disputa sulle royalty: i Pink Floyd fanno causa alla EMI
Gli ex membri della leggendaria band inglese e i loro eredi hanno fatto causa alla EMI, casa discografica che detiene il loro intero catalogo discografico dall’album di debutto “The piper at the gates of dawn” (1967) al disco di epilogo “The division bell” (1994): a innescare l’azione legale è la contestazione alla major di presunti ammanchi ed errori contabili nel calcolo e il pagamento delle royalty sui dischi venduti e i download da Internet. Né la società né i portavoce del gruppo hanno voluto commentare per il momento la notizia o fornire ulteriori dettagli: ma sembra che la diatriba sia scoppiata in occasione della rinegoziazione del contratto royalty tra casa discografica e artisti, affrontata tradizionalmente ogni tre anni.

I Pink Floyd, attualmente e forse definitivamente in stand-by dopo la scomparsa, lo scorso settembre, del tastierista Rick Wright (vedi News ), hanno inciso tutti i loro album (tra cui il best seller “The dark side of the moon”) per la EMI, diventando il gruppo di maggior successo commerciale dell’etichetta dopo i Beatles.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.