File sharing, per John Kennedy (IFPI) 'la Francia è un esempio da seguire'

File sharing, per John Kennedy (IFPI) 'la Francia è un esempio da seguire'

La norma francese antipirateria approvata il 2 aprile dall’Assemblea Nazionale (vedi News) che prevede la facoltà di “tagliare” la connessione Internet a chi scarica ripetutamente film e canzoni protette dal diritto d’autore, piace alla federazione internazionale dell’industria discografica. “Il governo francese ha fatto un passo avanti decisivo nella protezione degli artisti e dei creatori d’opera, dando un esempio al resto del mondo”, ha commentato il presidente e ad dell’IFPI John Kennedy. “Il bello di questa iniziativa”, ha aggiunto, “è che darà modo agli Internet service provider di intraprendere azioni ragionevoli e praticabili per ridurre la pirateria ricorrendo più alla prevenzione che alla punizione”.
La stessa linea di pensiero è stata espressa dai rappresentanti dei 27 stati dell’Unione Europea membri dell’IFPI che la settimana scorsa (il 2 e 3 aprile) si sono incontrati a Milano ospiti della affiliata locale FIMI. Nel corso del meeting, oltre a discutere dello stato dell’evoluzione normativa antipirateria in Europa (con il modello francese come esempio da seguire) e delle relative attività di lobby presso i vari governi nazionali, i delegati si sono confrontati sulle azioni di sensibilizzazione da intraprendere nei confronti delle istituzioni per lo sviluppo del mercato digitale legale e sul tema dell’estensione della protezione dei copyright, messa in forse dopo che a Bruxelles la direttiva europea è stata bocciata dal Regno Unito e da numerosi altri Stati membri (vedi News).
A Milano i delegati IFPI hanno anche analizzato i nuovi dati mondiali di mercato che la federazione renderà pubblici a fine aprile.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.