Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 06/04/2009

Svezia, la nuova legge antipirateria fa calare di un terzo il traffico in rete

Svezia, la nuova legge antipirateria fa calare di un terzo il traffico in rete
Entra in vigore la nuova legge antipirateria, e subito in Svezia l’accesso a Internet crolla del 33 %. Lo riportano BBC News e The Local, un sito svedese in lingua inglese, rivelando che secondo i dati raccolti dall’ente preposto alle rilevazioni sulla rete, Netnod, tra martedì e mercoledì scorso i livelli di traffico sul Web sono calati da 120 gigabit di dati al secondo a 80 circa.
In armonia con la direttiva dell’Unione Europea in materia di diritti di proprietà intellettuale, la nuova normativa svedese autorizza i detentori dei diritti a richiedere agli Internet service provider i nominativi dei file sharer illegali. I gestori di The Pirate Bay, sotto processo a Stoccolma (vedi News) e promotori di un partito politico che intende presentarsi alle elezioni di giugno del Parlamento Europeo con la proposta di limitare a cinque anni per lo sfruttamento commerciale dei diritti d’autore, ritengono che nell’arco di una o due settimane tutto tornerà come prima: dati forniti da Europa Technologies informano che la percentuale di cittadini svedesi che si sono collegati al sito tracker di file Torrent dopo l’entrata in vigore della legge non è diminuito, restando assestato sul 5 % circa della popolazione locale.